Vincenzo Fratepietro, latitante cerignolano, catturato a Carovigno dopo un anno di ricerca

Fratepietro, noto con il soprannome "Cerottino", figurava tra gli individui considerati pericolosi nell'elenco dei latitanti redatto dal Ministero dell'Interno.

Carabinieri 3 Copia
Carabinieri 3 Copia

A Carovigno, è stato individuato e arrestato Vincenzo Fratepietro, conosciuto come “Enzo Cerottino”, un uomo di 55 anni originario di Cerignola. Fratepietro era latitante da oltre un anno ed era oggetto di una intensa ricerca da parte delle autorità.

L’arresto è avvenuto nell’ambito di un’operazione condotta dai carabinieri, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Bari. Fratepietro, noto con il soprannome “Cerottino”, figurava tra gli individui considerati pericolosi nell’elenco dei latitanti redatto dal Ministero dell’Interno.

Le sue attività criminali lo avevano reso oggetto di interesse per le forze dell’ordine già nel marzo del 2023, quando era stato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’inchiesta denominata “Cocktail”. Inoltre, Fratepietro era stato coinvolto in un’operazione antimafia denominata “Game Over”, evidenziando il suo coinvolgimento in attività criminali di rilevanza investigativa.

L’arresto di Fratepietro rappresenta un importante successo per le autorità nell’ambito della lotta alla criminalità organizzata e conferma l’impegno costante nella ricerca e nell’arresto dei latitanti considerati pericolosi per la sicurezza pubblica.