Una serata con Antonino Tamburello al Teatro Nuovo di Martina Franca

Il famoso psichiatra e psicoterapeuta sarà venerdì prossimo, 1° dicembre, sul palco del Teatro Nuovo, anche relatore del talk: “Pensavo fosse amore”, sul delicato tema della violenza di genere, alla presenza di ospiti illustri

Il professor Antonino Tamburello, affermato psichiatra e autore italiano, è una figura di grande rilievo nel panorama televisivo e sui social. Fondatore e direttore dell’Istituto Skinner di Roma dal 1973, ha contribuito notevolmente allo sviluppo della Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale. Inoltre, è stato artefice del corso di laurea in Psicologia presso l’Università Europea di Roma, dove attualmente svolge il ruolo di docente di Fondamenti di psicologia clinica.

La sua esperienza clinica, con oltre 20.000 pazienti trattati, lo ha reso un esperto nelle principali psicopatologie. Negli ultimi anni, la diffusione dei suoi video online lo ha reso una figura di riferimento per molte persone. Autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali, il suo ultimo libro, “L’amore nasce eterno” edito da Mondadori, esplora il concetto che per imparare ad amare sia necessario disimparare, liberandosi dalle influenze tossiche della società per ritrovare un sentimento puro.

Il professor Tamburello sarà il protagonista di un nuovo appuntamento teatrale venerdì prossimo, 1° dicembre, presso il Teatro Nuovo, nell’ambito della stagione 2023-2024. La serata includerà un talk intitolato “Pensavo fosse amore: la violenza di genere e il narcisismo patologico”, un dibattito con la partecipazione di ospiti illustri, tra cui la Senatrice Valeria Valente, la dott.ssa Margherita Carlini, l’avv.ta Filomena Zaccaria e la dott.ssa Grazia Lillo.

Il Comune di Martina Franca patrocina l’evento, che vede la collaborazione tra la direzione del Teatro Nuovo e l’Aps Sud Est Donne, gestore del Centro Antiviolenza “Rompiamo il silenzio”. I saluti istituzionali saranno portati dalla consigliera comunale Tiziana Schiavone.

La serata sarà introdotta da una performance di danza sulla libertà e la forza dell’essere donna, eseguita da Anna La Neve e dai suoi allievi della “Butterfly Dance Academy”. A moderare l’incontro sarà il giornalista Eugenio Caliandro.