Nei giorni scorsi si è svolta l’Assemblea congressuale di Arci Servizio Civile “Per la pace, la non violenza, la cittadinanza attiva. Il futuro di Arci Servizio Civile Martina Franca al servizio del territorio”. Nel corso dell’incontro il Presidente ASC Martina Franca, Lorenzo Micoli, ha espresso “La nostra condanna contro ogni forma di violenza, di aggressione e di rappresaglia contro la popolazione civile, sia palestinese, sia israeliana” e l’Assemblea ha votato l’adesione al documento “Israele-Palestina: fermiamo la violenza, riprendiamo per mano la Pace” promosso dalla Rete Italiana Pace e Disarmo.

 

A dare il benvenuto presso la Fondazione San Girolamo Emiliani, luogo dell’assemblea, è stato Padre Vincenzo Carucci, interessanti e ricchi di stimoli gli interventi degli Operatori Locali di Progetto e dei Volontari che hanno portato la propria testimonianza di impegno civico manifestando entusiasmo e partecipazione. Alberto Bozzani, Direttore del CSM Taranto Polo Centrale, ha sottolineato come l’impegno verso gli altri possa essere l’antidoto alla deriva sociale dei giovani e al ricorso, ormai troppo facile, verso le nuove droghe.

 

Nunzia Convertini, Vicesindaco del Comune di Martina Franca, e Anna Sgobbio, vicesindaco del Comune di Crispiano, hanno espresso vivo apprezzamento per l’impegno quotidiano dei volontari nelle sedi di attuazione sottolineando l’importanza del lavoro che Arci Servizio Civile svolge a servizio della comunità e della crescita dei giovani.

 

Motivo conduttore di tutti gli interventi è stata la Pace. Rosario Lerro, presidente nazionale di Asc Aps, ha annunciato che Pace, Cittadinanza Attiva, Scuola, Formazione saranno i temi oggetto di discussione della tre giorni “Le Parole di ASC” che si svolgerà a Roma a metà novembre e a cui anche ASC Martina Franca prenderà parte.