Il progetto fotografico di Silvestro Simeone in mostra a Locorotondo

Il "PRESEPE SOSPESO" è un'installazione fotografica, una reinterpretazione del presepe tradizionale trasportato nel contesto contemporaneo

Nei cuori di ognuno di noi, i ricordi più magici dell’infanzia sono spesso intrecciati al Natale: gli addobbi scintillanti, l’albero ornato con cura, le luci che risplendono nell’atmosfera familiare, la gioia dei doni da scartare e, naturalmente, il presepe. Quest’ultimo, con i suoi personaggi immortali e le liturgie intramontabili, rappresenta un rituale che cerchiamo di ripetere ogni anno, conservando un’atmosfera di attesa intatta nel tempo.

Il “PRESEPE SOSPESO” si presenta come un’installazione fotografica, una reinterpretazione del presepe tradizionale trasportato nel contesto contemporaneo. L’obiettivo del fotografo Silvestro Simeone cattura scenari inediti nelle terre di Locorotondo e della Valle d’Itria, ritraendo i personaggi del presepe in situazioni uniche. In questa installazione artistica “diversamente tradizionale”, sono i locorotondesi stessi a mettersi in scena, rappresentando pose e mestieri che richiamano le loro quotidiane occupazioni.

Circa quaranta immagini fotografiche saranno esposte sopra le vie bianche del Centro storico di Locorotondo (Largo Piave, Corso Umberto, Via Morosini, Largo Mazzini e Largo San Rocco) per l’intera durata del periodo natalizio. Il progetto, curato da Mirco Matarante, vede la collaborazione di numerose attività commerciali e ricettive che ne hanno reso possibile la realizzazione.

L’inaugurazione avrà luogo domenica 26 novembre alle ore 19.

Silvestro Simeone, fotografo professionista, ha radicato la sua vita e il suo lavoro nella suggestiva Valle d’Itria da oltre dieci anni. Ha esposto le sue opere in varie occasioni, tra cui “La maschera del vero” (Notte Bianca di Arte Fiera Bologna, 2016), “Astr/Azione” (Vivolo Bianchetti Bologna, 2017), e “FOOD” (U Jùse Locorotondo, 2018). Le sue pubblicazioni includono “San Rocco – Processione di mezzodì” (Pietre Vive Editore, 2015) e “L’uno accanto all’altro” (Pietre Vive Editore con il sostegno del Consiglio regionale della Puglia, 2022), oltre a essere stato incluso nell’ADI Index Design 2022 per il progetto ESSERI URBANI.

Mirco Matarante, nato nel 1988, è un artista e designer con una produzione estremamente eterogenea. Dopo la formazione accademica, la sua ricerca sperimentale lo ha portato a esplorare diverse tecniche e materiali, spaziando dalla scultura alla pittura alle installazioni. Co-fondatore del progetto Dunae di Cisternino, attualmente risiede e lavora nella pittoresca Valle d’Itria.