Giuseppe Greco sposa con la sua Brio Service il progetto della Real Five Carovigno

Giuseppe Greco sposa con la sua Brio Service il progetto della Real Five Carovigno: "Coloro che mi conoscono sanno che per me lo sport rappresenta una vera e propria scuola di vita"

Con la nuova stagione sportiva, Giuseppe Greco ,titolare dell’ azienda BRIO SERVICE, sponsor ufficiale dell’ ASD BASKET CAROVIGNO ,squadra che sino all’anno scorso è stata protagonista su tutti i parquet regionali, portandola per la prima volta nella storica e ambita serie C regionale. Dopo un ritiro quasi obbligato, causa della mancanza di un palazzetto dove poter disputare il campionato in serie D regionale.

Il Patron preferisce prendere una pausa di un anno e aspettare. Nel contempo, parte del suo team e della dirigenza, presi dalla forte passione e dalle numerose richieste degli inscritti e tesserati FIP, compresi i giovanissimi del mini basket non restano a guardare , creando una scissione e rimatricolando i rosso blu in una seconda divisione Regionale , nonostante l’incertezza del pala Fernando I.

La stessa passione e il desiderio per le competizioni sportive non lasciano indifferente neanche la BRIO SERVICE, che dopo numerosi incontri con la dirigenza del calcio a 5 real Five non esita a tralasciare tale progetto e quindi scende nuovamente in campo a supporto della storica e affermata squadra Rosso Blu.

Il presidente Colucci dichiara di aver chiuso quindi il nuovo sodalizio che vedrà la Brio Service nuovo main sponsor , affiancando l’amico sponsor ” Arena3040 “, prefissandosi un unico obbiettivo nei propositi societari, ovvero quello di condurre i ROSSO-BLU nella serie B NAZIONALE.

Di seguito riportiamo le parole del patron Greco: “Dopo 15 anni trascorsi tra le fila delle competizioni sportive Carovignesi sia da presidente che da patron , mi viene difficile restare spettatore e indifferente nei progetti sportivi che potranno restare nella storia locale. Coloro che mi conoscono sanno che per me lo sport rappresenta una vera e propria scuola di vita, un momento di educazione, crescita e aggregazione sociale e sono convinto che molti degli insegnamenti impartiti dallo sport valgono anche al di fuori del campo da gioco e insegnano ai nostri ragazzi come affrontare situazioni di vita quotidiana. Auspico un buon proseguo di stagione a tutte le squadre della città, affinché possano nuovamente esultare le nostre tifoserie sugli spalti della nostra città e di non continuare a sentirci dei nomadi di provincia”.
Forza Carovigno