Gemellaggio Cisternino – Kreuzlingen, a Carovigno la cerimonia di accoglienza

Grazie all'impegno del carovignese Giovanni Santoro, uno dei papà dei ragazzi, la Città della 'Nzegna è stata la prima tappa.

Negli scorsi giorni il Comune di Carovigno ha dato il benvenuto ai ragazzi dell’Istituto Polivalente di Cisternino e ai loro coetanei della cittadina svizzera di Kreuzlingen, con cui l’Istituto è gemellato sin dal 2002.

Grazie all’impegno del carovignese Giovanni Santoro, uno dei papà dei ragazzi, la Città della ‘Nzegna è stata la prima tappa in cui è stata organizzata la giornata di accoglienza. Il benvenuto si è tenuto presso il Castello Dentice di Frasso con il saluto degli Sbandieratori, la visita del borgo, del maniero e la degustazione di piatti tipici. I ringraziamenti vanno all’Associazione Le Colonne e alle sue guide per aver accompagnato in visita i ragazzi, al Gruppo Sbandieratori Rione Castello ( Lu Pizzuttino) per aver dato un assaggio delle nostre tradizioni, a Giovanni Santoro per l’organizzazione, all’assessore Sabrina Franco, al consigliere delegato Antonella la Camera, nonché a professori, famiglie e ragazzi.

“Ho visto giovani ragazzi entusiasti di scambiarsi ospitalità nei rispettivi Paesi di provenienza – dice il Sindaco Massimo Lanzilotti – con il supporto della scuola e delle famiglie. Sono esperienze di scambio sociale e culturale da ripetere e far vivere ai nostri ragazzi”.

“I ragazzi svizzeri sono stati ospiti in Valle d’Itria per l’intera settimana e sono ora di ritorno. “Ci auguriamo – conclude il Primo Cittadino – che l’esperienza si ripeta anche per i prossimi anni”.