“Fatt’ a Ceglie”: un viaggio tra folklore, artigianato e tradizione

L'iniziativa organizzata da VisitCeglie anima il centro storico con laboratori, musica e sapori locali, celebrando le radici culturali di Ceglie Messapica.

Una esplosione di colori, divertimento e tradizioni. Tutto questo è stato Fatt’ a Ceglie, dove Fatt è l’acronimo di Folklore, artigianato, tradizione e turismo, iniziativa che VisitCeglie, della referente Cristina Elia, ha organizzato in diverse postazioni del centro storico, attraverso un percorso itinerante.

“Grazie a Cristina Elia e a tutti coloro che hanno contribuito a dare vita ad un evento che esalta la storia, le tradizioni e le peculiarità della nostra città” – il Sindaco Angelo Palmisano.

Cristina Elia: “Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito all’evento e a far rivivere antiche tradizioni nel nostro centro storico. È stato davvero bello vedere diverse generazioni insieme. Grande soddisfazione per la collaborazione tra artigiani, commercianti, associazione, Amministrazione comunale e Confesercenti nella persona del presidente Michele Piccirillo”.

Da via G.Elia “Via dell’Artigianato” con laboratori di ricamo, ceramiche, luminarie, uncinetto, ferri, tombolo, gioielli, il percorso proseguiva in Piazza Vecchia “La Via del Folclore” con laboratori di pizzica, tamburello, organetto. In via Muri “La Via della Tradizione”, con laboratori gastronomici, campionato di orecchiette, laboratori “crea la carta” (ass. Portatori di Gioia), mentre in Largo Ognissanti spazio per ApeSelfie con Panino Cegliese (Suma Negozi di Quartiere) e musica (Brillo Parlante). Lungo il percorso la Banda itinerante di Ceglie Messapica, I Giovani Organettisti e i gruppi di pizzica hanno animato tutte le postazioni. Ad accompagnare la manifestazione anche le melodie dell’Handpan.

La giornata ha coinvolto anche Plastic Free Ceglie Messapica, presente con una postazione informativa.

A margine dell’evento “Antichi Mestieri”, a cura del Lions Club Ceglie Messapica Alto Salento e di Michele Ciracì presso la Med Cooking School, con passeggiata tra le botteghe di ieri e di oggi ed “Orecchiette e Scarpett” (Angolo Food), Belvedere Monterrone.