ESSERI URBANI 2023 calcArea_OPENING il 2 settembre a Locorotondo

Eventi formativi con crediti professionali per Architetti Talk con esperti - Experience alla scoperta del territorio - Mostre

Torna a Locorotondo la quarta edizione del festival di architettura, design e arte contemporanea ESSERI URBANI, dal 2 al 17 settembre. Oltre 50 ospiti si alterneranno per due settimane di eventi formativi, talk, presentazioni, dibattiti, visite guidate, laboratori, interventi espositivi

Franco Arminio, Stefano Cagòl, Paolo Pileri, Donatella Murtas, Valentina Talu, Dora Capozza sono solo alcuni degli ospiti di questa edizione. Tra gli interventi espositivi in programma, la mostra fotografica ITALIA: l’arte della costruzione in pietra a secco. Maestri, manufatti e paesaggi a cura di ITLA Italia Aps, L’intelligenza artificiale applicata all’architettura a cura dell’arch. Giuseppe Fallacara, Presenze / Se mi vedi, allora piangi, mostra personale di Arianna Ladogana a cura di U Jùse Aps, tutte presso la Sala Guarnieri (già Bottega Grassi), nei pressi della Chiesa della Greca; proprio qui, sarà allestita, invece, una mostra tributo ad un grande artista pugliese scomparso qualche mese fa – Enzo Guaricci. La vita stessa è una citazione – con contributo critico di Roberto Lacarbonara.

L’edizione 2023 ha ottenuto il Patrocinio di Fondazione Italia Patria della Bellezza e l’Encomio nell’ambito del Premio del Paesaggio 2023 promosso dal Ministero della Cultura; gode inoltre del patrocinio e del supporto del Comune di Locorotondo, della BCC di Locorotondo e della Orizzonti Futuri Onlus.

La quarta edizione del festival – calcArea 2023 – vuole essere una sorta di omaggio alla pietra calcarea tipica della Valle d’Itria, materiale che informa architetture e paesaggi, cultura e pratiche artistiche. L’obiettivo è quello contribuire al recupero e alla valorizzazione di questo patrimonio, attivando le comunità che quotidianamente vivono questi luoghi.

Nato nel 2019 e giunto alla sua quarta edizione, Esseri Urbani nel 2023 amplierà il proprio orizzonte di intervento al contesto rurale del Comune di Locorotondo: dopo le edizioni di Zootopia (Locorotondo, 2019), Eterotopia (Noci, 2021), e SPORE (Noci, 2022), tutte dedicate ai contesti urbani, con una attenzione specifica alla più fragile dimensione dei centri storici, la progettazione delle attività e degli eventi per calcArea 2023 segue la volontà, condivisa dalla significativa e diversificata rete partenariale che vi prende parte, di considerare Locorotondo nella sua specifica articolazione territoriale, sociale e culturale.

Trulli, cummerse, masserie, neviere, lamie, frantoi, aie, fogge e paretoni: sono tante le testimonianze della “cultura della pietra” disseminate nella vasta campagna delle Contrade di Locorotondo, opere umane “conformi all’ordine naturale”, come scrive l’Ing. Pietro Massimo Fumarola nel suo “in Valle d’itria – Cicerone di me stesso” (Schena Editore, 1975). Qui la coltivazione della terra ha trasformato il paesaggio: l’uomo ha edificato per irrigare, recintare, muoversi, abitare e, nel far ciò, ha definito la sua presenza all’interno dell’ambiente naturale, ne ha tracciato i segni del suo possesso.

Il tema dell’architettura in pietra a secco verrà ripercorso secondo le tre direttrici tematiche del paesaggio, delle testimonianze presente e delle prospettive per il futuro: approfondimenti critici di carattere storico e archeologico sulla cosiddetta ‘cultura lapidea’, accompagnati da una esperienza diretta del territorio, risulteranno propedeutici alle riflessioni relative alla salvaguardia e rifunzionalizzazione delle testimonianze del presente, nel tentativo di tracciare percorsi e visioni condivise che lascino un segno effettivo sul territorio anche per il futuro. A queste tre sezioni, se ne aggiungono ulteriori tre: progettazione e accessibilità, progettazione e nuove tecnologie e co-progettazione dei Cammini.

Anche per questa edizione sono previsti contenuti accessibili per la fruizione degli interventi espositivi (audio guide e video guide LIS) oltre che un’intera giornata dedicata alla progettazione per l’accessibilità degli spazi urbani ed extraurbani.

PARTNER: Ordine Architetti PPC Provincia di Bari | Politecnico di Bari -ADI Puglia e Basilicata | CRSFA Basile Caramia | Fondazione ITS Agroalimentare Puglia | IISS Basile Caramia – Gigante | GAL Valle d’Itria | Jazzile Cooperativa Soc. | Ecomuseo di Valle d’Itria (Info-Point Locorotondo) | L’Approdo Libreria | Libri nei Vicoli del Borgo, Luoghi da Leggere e Libri da Scoprire | Onlus “Giovanni Paolo II – Locorotondo” | Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti sez. Bari | Paese Vivrai

SI RINGRAZIANO: I Trulli di Figazzano | Goodo Ristorante | Tò Apertitivi & Affini | Controtendenza Café | Parrocchia Chiesa Madre | Arch. Pasquale Montanaro | Arch. Gianfranco Baccaro | AS Digitale 360 | CERPA (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità) Italia Onlus | ITLA (International Terraced Landscapes Alliance) Italia Aps | Scuola Open Source Bari

24 gli appuntamenti, tra incontri formativi e talk, che prevedono l’assegnazione di crediti professionali per Architetti, grazie alla collaborazione con l’Ordine Architetti PPC Provincia di Bari.

Una collaborazione di lunga data, inaugurata già nel 2021, e che ha portato lo scorso anno, grazie alla volontà del Presidente dell’Ordine, Arch. Cosimo Damiano Mastronardi, al lavoro di collegamento istituzionale svolto dal Consigliere e Segretario dell’Ordine, Arch. Italo Colucci, e del contributo prezioso dell’Arch. Claudio Giuseppe Fusillo, membro del team di lavoro di Esseri Urbani, alla sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa pluriennale tra l’Ordine e l’Aps U Jùse di Locorotondo (BA), attraverso il quale è stata sancita una collaborazione duratura fra i due Enti, finalizzata a promuovere e divulgare studi, pubblicazioni, convegni, dibattiti e manifestazioni culturali legati al tema dell’Architettura e della Città.

«Grazie all’importante azione che l’associazione U Jùse svolge sul territorio, con una vera e propria strategia di tutela e sviluppo, per un territorio dalle caratteristiche uniche come quello pugliese, l’ordine degli Architetti PPC della provincia di Bari è convintamente al suo fianco come partner nel festival ESSERI URBANI, dedicata quest’anno all’Architettura e ai Paesaggi di pietra – dichiara il Presidente Mastronardi. – D’altronde, il Consiglio dell’Ordine Architetti PPC della provincia di Bari nel 2022, con la sottoscrizione del protocollo d’intesa con U Jùse APS, finalizzato alla promozione della cultura dell’Architettura, della Città, del Territorio, ha voluto affermare in maniera inequivocabile gli obiettivi comuni: dallo sviluppo sostenibile delle città alla rigenerazione urbana dei tessuti più degradati passando alla qualità dell’ambiente in quanto bene comune.  Promuovendo il dialogo tra cultura del progetto, cultura imprenditoriale ed economia, l’Ordine degli architetti promuove l’azione comune tra progettisti, committenti, imprenditori e amministratori pubblici, unitamente alle più importanti personalità del mondo della cultura tecnico-umanistica. Considerato l’alto valore culturale e formativo degli eventi, la partecipazione agli eventi in programma nel festival sarà valida per il riconoscimento di CFP agli Architetti PPC».