Villa Castelli. “Pizza and Wine”: celebrato l’abbinamento tra le due eccellenze italiane

“Pizza and Wine": a  Villa Castelli è stato celebrato l’abbinamento tra le due eccellenze italiane

“Pizza and Wine”: a  Villa Castelli è stato celebrato l’abbinamento tra le due eccellenze italiane, in una serata per appassionati, ma non solo. Un abbinamento insolito, tra pizza e vino, ad esaltare la Puglia e l’intera cucina italiana con piatti tipici del Belpaese, trasformati in pizza: uno su tutti l’Amatriciana. L’iniziativa è stata promossa da Nicola Lacorte (titolare del ristorante a Villa Castelli “Pazzi per pizza”) ed ha visto la partecipazione di Vito Sante Cecere (presidente emerito Associazione Italiana Sommelier Puglia) e Giuseppe Schiena, titolare dell’omonima azienda vitivinicola. Una serata esaltando quattro vitigni storici della Puglia (Fiano, Minutolo, Negroamaro e Susumaniello) abbinati a particolari preparazioni di pizze realizzate da Lacorte, esaltando anche alcune eccellenze della cucina pugliese come carciofi, gambero rosso e stracciatella.

Nel corso della serata oltre alla descrizione delle produzioni, ad essere esaltato è stato l’abbinamento scelto tra pizza e vino, ed in particolare con alcune etichette dell’azienda Schiena, che opera e produce nove tipologie di vini tra Villa Castelli e Francavilla Fontana. «Lo spirito di questa serata che ha riscosso grande successo nasce dalla passione – ha evidenziato Lacorte -che ho maturato nel tempo, facendo un corso di sommelier, della particolare ideologia di abbinamento tra pizza e vino.

Un abbinamento su cui continuerò a lavorare, anche nel mio territorio, in considerazione del fatto che soprattutto al Sud non viene molto valorizzato». «La pizza fa parte della gastronomia italiana in tutto e per tutto. Quello che abbiamo ammirato e degustato durante l’evento fa parte di una ben precisa filosofia, con alcuni piatti tradizionali della cucina italiana visti in pizza. Un patrimonio immenso -ha spiegato Cecere – che ci ha portato a promuovere i prodotti regionali e nazionali e l’abbinamento con un’azienda del territorio, in una serata che ha valorizzato tante eccellenze in una filosofia nuova legata alla tradizione antica italiana».

«Sono nel mondo da 15 anni e sono orgoglioso – ha riferito Giuseppe Schiena – di questo lavoro intrapreso e del coinvolgimento in questa iniziativa. Spero davvero che l’abbinamento di queste eccellenze, come la pizza ed il vino, possa in futuro acquisire sempre più valore».