PIANO LAB a Martina Franca – Maratona musicale sabato 12 e domenica 13 agosto con 250 pianisti da tutto il mondo

A Martina Franca, nella città che suona in 2 giorni 250 pianisti da tutto il mondo

In Puglia c’è un’intera città che suona, questo week-end. È Martina Franca, dove tra sabato 12 e domenica 13 agosto si terrà la grande festa del pianoforte, con le performance di oltre 250 esecutori provenienti da tutto il mondo, impegnati in una maratona musicale dislocata in ben sedici postazioni predisposte in varie zone del centro storico. Un carosello sonoro nel segno del re degli strumenti, con il quale si annullerà qualsiasi differenza di età, genere e preparazione. È l’ormai classico appuntamento con «Suona con noi», evento clou del festival Piano Lab organizzato dalla Ghironda col supporto di Marangi Strumenti Musicali e Steinway & Sons, momento di straordinaria condivisione tra concertisti di fama, professionisti, studenti e semplici appassionati, in arrivo persino dal Giappone, ma anche dalla martoriata Ucraina, chiamati a confrontarsi nello spirito delle produzioni targate Ghironda, che da sempre si caratterizzano per il loro modo differente di fare spettacolo e musica tra la gente.

Una due giorni molto attesa, come dimostrano i «sold out» fatti registrare nelle strutture alberghiere per questo fine settimana, proprio grazie al movimento di fedelissimi degli ottantotto tasti che Piano Lab è in grado di creare.

Dopo il concerto per dieci pianoforti dello scorso anno, particolarità dell’edizione 2023, studiata dal direttore artistico Luca Ciammarughi, sarà il dialogo del pianoforte con le altre arti. La maratona di «Suona con noi» sarà costellata, infatti, da una serie di concerti in cui al pianoforte si uniranno performer di danza contemporanea, artisti visivi, pittori e attori. L’idea è di sperimentare un rinnovamento del recital pianistico.

Tra i tanti artisti invitati figurano il pittore in residenza di origini albanesi, Igli Arapi, che riprodurrà sul mobile di un pianoforte le immagini musicali della Sala dell’Arcadia di Palazzo Ducale, e il milanese (di stanza a New York) Andrea Rugarli, che sarà impegnato in un action painting sulle note di Alessandro Dilorenzo. Di scena, con lo stesso Ciammarughi, anche i danzatori Alessandra Cozzi e Pablo Ezequiel Rizzo nello spettacolo «Body Soundscapes», mentre l’arte cinematografica del tedesco Michal Kosakowski, autore di molti film e video sperimentali, verrà sonorizzata dal vivo da Paolo Marzocchi. A questi ospiti, devono aggiungersi l’attore Alessio Arzilli, chiamato a dialogare con la pianista Serena Valluzzi, e il mago del teatro delle ombre, Silvio Gioia.

Tra i tanti pianisti che si alterneranno nei chiostri, nelle chiese, nei palazzi e nelle piazze di Martina Franca, con un ventaglio di repertorio di straordinaria ampiezza, oltre a Luca Ciammarughi, Alessandro Dilorenzo e Serena Valluzzi, ci saranno anche Massimo Somenzi, Muriel Chemin, Paolo Marzocchi, Leonardo Colafelice, Emanuele Delucchi, Maria Miriam Baumann, Riccardo Martinelli, Marina Pellegrino, Dario Falcone, Cristian Monti, Paolo Scafarella, Iva Damjanovski, Andrea Scalzo, Jevgenija Basalayeva, Vincenzo Loisi, Cinzia Dato, Carlo Angione, Elena Chiavegato, Salvatore Vaccarella, Silvia Lomazzi, Giacomo De Rinaldis, Levkulych Yevhen, Antonio Smaldone, Giuseppe Cerullo, Monica Ferracuti, Damiano Marasciuolo, Jacopo Parisato, Roberto Esposito, Clelia Sarno, Cristina Di Lecce e tanti altri ancora, nonché brillanti figure del jazz quali Alessandro Sgobbio, Leonardo Caligiuri e Mark Baldwin Harris. Tantissimi i bambini di tutte le età, spesso impegnati nel loro primo concerto dal vivo. «Perché la festa del pianoforte  – spiega Ciammarughi  – è godimento del presente, ma soprattutto proiezione verso il futuro».

I concerti, che avranno inizio nel pomeriggio di sabato e di domenica, a partire dalle ore 17, andranno avanti sino a mezzanotte nelle varie postazioni allestite in corso Messapia, in due aree della villa Garibaldi, in piazza XX Settembre, all’arco di Santo Stefano, in piazza Roma, nella Biblioteca comunale e nella Sala Consiliare di Palazzo Ducale, nell’atrio delle Agostiniane, in piazza Plebiscito, nella Basilica di San Martino, in piazza Immacolata, nella chiesa della SS. Trinità, nella chiesa di San Pietro, nella chiesa del Carmine, nel chiostro di San Domenico e nella Casa Cappellari. I programmi, con i dettagli degli orari e delle performance, sono scaricabili dal sito pianolab.me. Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Info 080.4301150.

Conclusa la maratona pianistica di Martina Franca, Piano Lab proseguirà martedì 15 agosto con un concerto all’alba (ore 5) nella Riserva naturale di Torre Guaceto, nel territorio di Carovigno (Br), protagonista Roberto Esposito, uno dei grandi talenti della Puglia musicale (biglietti 30 euro sul circuito vivaticket).