Il progetto “Lettori AniMatti”

‘Lettori AniMatti’ è l’originale progetto che coltiva questa piccola ambizione, semplice all’apparenza ma gravosa nell’essenza.

E va bene se si scrive per i più piccoli. E va meglio se si stimola l’interesse e la curiosità dei bambini al fascino dei libri. ‘Lettori AniMatti’ è l’originale progetto che coltiva questa piccola ambizione, semplice all’apparenza ma gravosa nell’essenza. Si tratta di un percorso formativo per ‘Animatori alla lettura’ e ‘Animatori alla lettura tra Pari’ (Peer reading animators), destinato ai giovani e realizzato in collaborazione con le Consulte delle Contrade. Il progetto intende favorire l’approccio alla lettura e alla narrazione, attraverso attività predisposte tenendo conto dei modi e dei tempi consoni alle diverse fasce di età. Una sfida in tutti i sensi se si considera che nulla si può dare per acquisito quando ci si confronta con il mondo dei piccoli lettori, irretiti dalla strabordante offerta tecnologica. La formazione è aperta anche a insegnanti, educatori, operatori bibliotecari, volontari, genitori.  Il primo degli otto moduli di “Lettori AniMatti” parte lunedì 8 aprile, dalle 18.00 alle 20.00, con la divulgazione di elementi e conoscenze di base per cimentarsi nell’organizzazione di incontri di lettura animata per bambini e bambine. Alla scoperta dei libri con i buchi e i libri con le finestrelle. Questo primo modulo è destinato a bambini da 0 a 3 anni ed è curato da Renato D’Amico, educatore/formatore presso Ludoteche Comunali e Nidi D’infanzia, esperto in organizzazione e gestione di attività ludico-ricreative e di intrattenimento, ideazione e organizzazione di laboratori di lettura animata rivolti a bambini dai 2 agli 11 anni. Il percorso completo, come si accennava, consiste complessivamente di otto moduli – tutti i lunedì successivi alla stessa ora – guidati, oltre che da Renato D’Amico, anche da Nuela Camposeo, libraia e lettrice ad alta voce, curatrice di incontri di divulgazione con i genitori, collaboratrice di Scuole, Biblioteche e Amministrazioni Comunali. Entrambi esperti delle tecniche di lettura che potremmo definire dei ‘sapienti facilitatori’, impegnati nella graduale costruzione della motivazione alla lettura, attraverso esperienze che risultino piacevoli e, soprattutto, coinvolgenti; più semplicemente, a dimensione di bambino, perché è alla loro sensibilità che tende la finalità del percorso. Solo così agendo la loro attenzione resterà sempre accesa. Basti ricordare che tutti – o quasi – siamo cresciuti con la consapevolezza che leggere un libro equivale a conquistare il mondo. Il percorso formativo, organizzato con il patrocinio del Comune di Cisternino, si inserisce nell’ambito delle attività culturali organizzate dall’Associazione POLI…Giò in collaborazione con l’amministrazione comunale di Cisternino. L’Odv POLI…Giò gestisce la biblioteca “Tommaso Fiore”, dove si svilupperà il progetto, in convenzione con il Comune di Cisternino grazie al Progetto “Liber in Borgo”, selezionato e sostenuto tramite il bando “Biblioteche e Comunità”, promosso da Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani).

Francesco Roma