Carovigno, Premio alla cultura Michele Cretì

Il Premio alla Cultura Michele Cretì è nato per onorare il valore umano e sociale straordinario che Michele ha donato alla città di Carovigno

Le festività pasquali a Carovigno culmineranno con la cerimonia del Premio alla Cultura Michele Cretì, programmata per domenica 7 aprile 2024 alle ore 20:00, presso il suggestivo scenario del Castello di Carovigno.

Questa serata sarà dedicata alla memoria di Michele Cretì, un uomo che ha immaginato una Carovigno in cui la bandiera fungesse da elemento unificante e motivante per i giovani della città, trasformandola in un simbolo di memoria collettiva e identità cittadina.

Il Premio alla Cultura Michele Cretì è nato per onorare il valore umano e sociale straordinario che Michele ha donato alla città di Carovigno con tenacia e sincerità intellettuale. È un riconoscimento annuale attribuito a concittadini che si sono distinti per meriti sociali e culturali, contribuendo con il loro impegno e lavoro a valorizzare il territorio locale.

La commissione incaricata dell’assegnazione del premio è composta da membri attivi della comunità, accomunati dalla volontà di diffondere e valorizzare sempre di più la cultura, seguendo il motto di Michele Cretì: “La cultura non si compra, non si vende, ma si regala”.

Quest’anno il premio è stato assegnato a Giuseppe Bellanova, un cittadino poliedrico attivo nella vita culturale di Carovigno, noto per il suo impegno come attore e regista teatrale nonché per le sue iniziative culturali come la Compagnia Teatrale “Sotto a chi tocca” e l’Associazione culturale “New E.O.S.”. Bellanova ha anche pubblicato il suo secondo romanzo intitolato “Sogno al chiaro di luna – Il sentiero del lupo”.

Inoltre, eccezionalmente quest’anno il premio giovani è stato assegnato a Andrea e Antonio Lanzilotti, fratelli che si sono distinti nella scorsa competizione dei giochi della Bandiera di Montagnana, ottenendo il titolo di Campioni d’Italia nella specialità coppia tradizionale, un traguardo che ritorna al Gruppo Sbandieratori Battitori Nzegna dopo il precedente successo di Cristian Casula e Mauro Roma.

Il Premio alla Cultura Michele Cretì è stato realizzato con il contributo attivo dell’Amministrazione comunale di Carovigno e ha ricevuto il patrocinio della Regione Puglia e della Provincia di Brindisi.

Questo evento domenicale sarà un’occasione per riunirsi ancora una volta intorno al fuoco della passione, della volontà e del ricordo di Michele Cretì, un uomo che rimane vivo nei cuori di tutti.