Balconi Fioriti XVI edizione a Locorotondo

L’inaugurazione dell’evento il 22 e 23 giugno tra rievocazioni storiche del XVII e XVIII secolo

Il concorso “Balconi Fioriti” a Locorotondo è giunto alla sua XVI edizione nel 2024, organizzato dalla Pro Loco Locorotondo e dall’associazione I Briganti. Dal 2009 questa manifestazione premia i residenti e gli operatori commerciali che nel centro storico si distinguono per la pulizia, al cura e la bellezza attraverso i fiori del proprio angolo.

Quest’anno ci saranno due eventi in occasione dell’avvio del concorso: due rievocazioni. L’arrivo del corpo di Santa Felicissima a Locorotondo ed il corteo con le dame ed i loro cavalieri dell’associazione “Serata con Mariantonietta”, accompagnati dai Timpanisti Fajanensis e dei cavalli di Francesco Intini.

Sabato 22 giugno torna l’evento della rievocazione storica con la manifestazione “Locorotondo la storia vive”, la rassegna annuale della Pro Loco Locorotondo e dell’associazione I Briganti che ripropone episodi storici della vita del nostro paese in chiave teatrale, inscenando il tutto per le strade del centro storico.

Quest’anno raccontiamo l’arrivo del corpo di Santa Felicissima a Locorotondo avvenuto il 20 giugno 1699. Santa Felicissima, che si trova nella cappella del Purgatorio nella cripta della chiesa Madre, è considerata alla pari di Santa Comasia a Martina Franca, una Santa da invocare per sconfiggere la siccità e le sventure sulla comunità. La documentazione che accompagna l’arrivo di questa reliquia è molto precisa. Infatti, indica da quale catacomba a Roma è stato estratto il corpo, chi era presente in quel momento e quelli che hanno officiato alla consegna nel nostro paese. Ruolo importante è stato quello del nostro concittadino Francesco Bernardi, tuttofare del duca di Gravina Domenico Orsini il quale era molto influente a Roma. Il  cardinale che assistette a tutte queste fasi fu don Innico Caracciolo, della famiglia dei Caracciolo duchi di Martina Franca e baroni di Locorotondo.  Il sacro corpo arrivò a Locorotondo nel gennaio 1699, ma solo a giugno fu consegnato ufficialmente alla comunità, per completarne l’iter burocratico.

La storia di Santa Felicissima nel corso del tempo è stata dimenticata e con questa rievocazione vogliamo riportarla alla luce. La rappresentazione si svolgerà in occasione dell’inaugurazione della XVI edizione del concorso Balconi Fioriti, perché la pioggia di cui è protettrice Santa Felicissima è essenziale per i fiori. L’esperienza sarà arricchita dalla collaborazione di cui necessita una rappresentazione teatrale di questo genere. L’intento è quello di ritrovare lo spirito di comunità e di coesione attraverso la scoperta della nostra storia: società e passato riteniamo essere componenti essenziali di una comunità.

La proposta di ripercorrere le tracce di Santa Felicissima nella nostra comunità ci è giunta da Domenico Argese, priore della Confraternita dell’Addolorata e la parrocchia San Giorgio Martire l’ha subito condivisa. Il gruppo che si sta cimentando in questa esperienza è lo stesso che ha vissuto la rappresentazione della vita di padre Francesco Convertini e della Passione Vivente. Abbiamo testimonianze di una forte devozione per questa Santa nel passato e fa una certa impressione scoprire che il 98% dei locorotondesi non la conoscesse. Non possiamo recuperare un gap di quasi 400 anni, ma possiamo togliere la polvere dell’oblio e dare il giusto posto nella storia del nostro paese a Santa Felicissima. Gli abiti d’epoca sono stati gentilmente prestati dalla signora Francesca Castellana. Nella rappresentazione saranno presenti anche le opere degli studenti dell’I.C. “Marconi-Oliva” seguiti dalla prof.ssa Marta Ficele.

Tre gli spettacoli in programma sabato 22 giugno: ore 18,00, ore 19,00 e ore 20,00. Necessaria la prenotazione al cell. 340 3680245.

L’inaugurazione del concorso si arricchirà nel pomeriggio di domenica 23 giugno con il corteo in abiti barocchi di epoca settecentesca a cura dell’associazione “Serata con Mariantonietta” e Timpanisti Fajanensis, accompagnati dai cavalli di Francesco Intini. Questo il programma di domenica 23 giugno: incontro alle ore 18.00 in villa comunale, alle ore 18.20 inizio del corteo, alle ore 19.00 sosta dei partecipanti per foto con i presenti, conclusione alle ore 19.30 in villa per il gran ballo finale. Si ringraziano la BCC Locorotondo ed Comune di Locorotondo.