Da spazio espositivo a scuola di sostenibilità: successo di Torre Guaceto ad Expo Fiera del Levante

Dal 22 al 25 aprile, lo stand delle AMP di Torre Guaceto e Porto Cesareo e dell’associazione Jonian Dolphin Conservation ha accolto centinaia di pugliesi e utenti stranieri interessati a conoscere le aree di tutela e le attività sostenibili da poter svolgere in natura.

Brindisi, Lecce e Taranto unite per il mare protetto. L’Area Marina Protetta di Torre Guaceto, quella di Porto Cesareo e la Jonian Dolphin Conservation si sono unite per raccontare l’immenso patrimonio blu pugliese e mostrare come viverlo in modo sostenibile ad Expo. Migliaia di visitatori e folle di bambini.

Piccoli utenti in fila per ascoltare le parole dei tre partner che presentavano le loro realtà. Adulti affascinati dalle immagini video proiettate sul maxischermo e dalla mostra fotografica delle riserve marine. Giovani e giovanissimi sensibili alle informazioni utili per comprendere al meglio come vivere e visitare le tre aree di mare e immersi nella realtà virtuale messa a loro disposizione tramite appositi visori.

Dal 22 al 25 aprile, lo stand delle AMP di Torre Guaceto e Porto Cesareo e dell’associazione Jonian Dolphin Conservation ha accolto centinaia di pugliesi e utenti stranieri interessati a conoscere le aree di tutela e le attività sostenibili da poter svolgere in natura.

Un trio inedito quello di Expo Fiera del Levante 2023 che ha visto, la tradizionale coalizione tra le due AMP e l’ingresso dell’associazione di ricerca scientifica finalizzata allo studio dei cetacei del golfo di Taranto, nel mar Ionio settentrionale, oltreché il sostegno del progetto Stiima del CNR e del Ccbc, già partner del Consorzio di Torre Guaceto nell’ambito del progetto My sea per la creazione dell’Osservatorio marino pugliese finalizzato alla protezione delle tartarughe Caretta caretta.

L’unione che fa la forza e va a segno. La buona nuova tra tutte è il grande interesse mostrato dai bambini per il bene mare, il patrimonio naturalistico da proteggere che ha bisogno di loro per tornare in salute.

“Dobbiamo raccontare il più possibile, lavorare in rete e mostrare a tutti quanto sia bella la tutela perché proteggere non vuol dire chiudere – ha commentato Rocky Malatesta, presidente del Consorzio di Gestone di Torre Guaceto -, anzi, tutelare in modo efficace vuol dire anche riuscire a far comprendere a tutti il valore dell’oggetto di tutela e spingere la gente a rispettarlo e ad adottare uno stile di vita sostenibile. E vedere i bambini così attenti e partecipi da speranza per il futuro”.

La sostenibilità passa per l’informazione e la sensibilizzazione e grazie alla partecipazione al più grande polo fieristico del Mediterraneo, Expo Fiera del Levante, Torre Guaceto è riuscita a spargere ancora una volta il seme dell’amore per l’ambiente.