Contributi caro bollette per le famiglie domande entro il 30 dicembre 2022

Contributi alle famiglie per il caro bollette, pubblicato il bando. Le domande dovranno essere presentate entro il 30 dicembre.

Comune di Martina
Comune di Martina

E’ stato pubblicato sul sito del Comune di Martina l’avviso n. 92 del 14 dicembre per le misure urgenti tese a sostenere i cittadini meno abbienti che a causa del reddito basso non riescono a far fronte ai costi elevati delle bollette di luce e gas della propria abitazione.

L’avviso mira ad assicurare adeguati e straordinari interventi di protezione sociale per i nuclei familiari già colpiti dagli effetti economici causati dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 nonché dal rincaro del costo dell’energia. Quello erogato è un contributo una tantum per il pagamento.

Le domande dovranno essere trasmesse al V Settore – Servizi alla Persona entro le 12.00 del 30 dicembre prossimo unicamente attraverso la compilazione on-line del modulo presente al seguente indirizzo: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSf2hknqwnB19gxoU8ylY4gppagzobMSuHjzjpmnPMrSTPz4yg/viewform?usp=sf_link

L’avviso contenente i requisiti per la presentazione delle istanze è scaricabile al seguente link:

https://martinafranca.etrasparenza.it/archivio11_bandi-gare-e-contratti_0_913014_876_1.html

Con le variazioni di bilancio approvate dal Consiglio Comunale e la delibera adottata dalla Giunta il 1° dicembre scorso (n. 408) sono stati stanziati complessivamente circa 282.000 euro.

“L’Amministrazione Comunale – ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali Angelo Gianfrate – si è adoperata in tempo per sostenere le famiglie che non hanno mezzi sufficienti per fronteggiare il caro bollette soprattutto nei mesi più freddi in cui aumentano i consumi. L’attenzione verso le esigenze dei cittadini indigenti, infatti, è una priorità di questa Amministrazione. Ringrazio la dirigente del V Settore dottoressa Donatella Vitale e tutti gli addetti agli uffici che si sono adoperati per mettere a punto tempestivamente il bando e consentirne la pubblicazione”.