Cisternino: Donne, 150 anni di coraggio

L’idea parte dalla lettura del romanzo appena uscito, “La brigante bambina”, scritto da Pino Aprile ed edito da Pienogiorno.

“Il coraggio delle donne” è il tema di cui si parlerà venerdì 13 ottobre a Cisternino. L’idea parte dalla lettura del romanzo appena uscito, “La brigante bambina”, scritto da Pino Aprile ed edito da Pienogiorno.

L’appuntamento è alle ore 18,30 nella sala consiliare di Cisternino. Il protagonista principale della serata sarà Pino Aprile, il quale spiegherà le ragioni per le quali ha scritto un romanzo storico sul Risorgimento, il periodo più controverso della storia d’Italia. Attraverso la storia d’amore tra Cerasella e Antonio scopriremo con quanto coraggio le donne abbiano affrontato quello che accadde al Sud per la nascita dell’Italia unita.

Sarà infatti proprio il coraggio ill filo conduttore del dibattito al quale interverranno, oltre a Pino Aprile, anche Mauron Gallone, sostituto Procuratore della Repubblica, Amalia Menna, imprenditrice, Franca Simini Gennari, già dirigente scolastica e Raffaele Missere, avvocato penalista.

Modereranno la serata Gianni Sebastio, direttore di Antenna Sud e Gloria Erriquez, redattrice di Porta Grande.

Per rendere più piacevole la serata, sono previsti alcuni interventi musicali diretti dal prof. Mino Lacirignola. In questi 150 anni, dall’unificazione d’Italia ad oggi, le donne sono riuscite a dimostrare il loro valore in tutti gli ambiti in cui operano; tuttavia, non mancano ai nostri tempi le situazioni in cui sono costrette a “sgomitare” per emergere, ragion per cui il tema resta di grande attualità.

L’evento è stato organizzato dall’associazione Pro Cisternino, editrice del mensile cistranese Porta Grande, in collaborazione con l’associazione La Voce a Sud e il supporto di Mondadori Point di Cisternino. L’iniziativa gode del patrocinio dell’amministrazione comunale di Cisternino e avrà come media partner Antenna Sud.