Carovigno approva il bilancio di previsione 2024

Il sindaco Massimo Lanzilotti: “Mai si era approvato nell'anno in corso un bilancio di previsione per l'anno successivo”

Nella seduta dello scorso 20 dicembre 2023, l’amministrazione comunale di Carovigno ho approvato il bilancio di previsione per l’anno 2024. Per la prima volta il bilancio è stato approvato nell’anno in corso per l’anno successivo.

“Quella del 20 dicembre è una giornata che oso definire storica per il Comune di Carovigno – afferma il primo cittadino di Carovigno Massimo Lanzilotti -. Nell’ultimo consiglio comunale abbiamo approvato il Bilancio di Previsione, lo strumento attraverso cui il Comune programma l’utilizzo di preziose risorse per la Città.

 

Un percorso che è stato possibile grazie ai tanti giorni intensi di lavoro in cui insieme agli uffici, ai responsabili di area, alla direzione generale della Ragioneria, all’ organo di revisione, con le forze politiche interne al Consiglio abbiamo potuto costruire uno schema di risorse da destinare a investimenti e servizi.

 

Uno schema finanziario attraverso cui daremo risposte che la città aspetta da tempo – prosegue Lanzilotti, – con l’ impegno di somme per investimenti, edilizia pubblica, scuole, centro storico, marine, decoro urbano e pubblica illuminazione. Un percorso che si è concluso oggi, un risultato che segna il passo e che fa storia, perchè mai si era approvato nell’anno in corso un bilancio di previsione per l’anno successivo.

 

Carovigno comincia così il suo cammino per il Bilancio 2024, con la certezza della solidità finanziaria dell’ente. Una solidità che consente di affrontare questa nuova fase con una particolare attenzione alla spesa e il controllo costante di conti per verificare

tutti i parametri del rientro dal famoso predissesto di oltre 9,2 milioni del 2019. Questo è il primo pilastro su cui è stata realizzata la proposta di Finanziaria per l’anno 2024.

 

La maggioranza ha dato prova di compattezza e fermezza – conclude il sindaco Massimo Lanzilotti – ha approvato un bilancio che ci consente di guardare con ottimismo ai prossimi anni. Eravamo sull’orlo del dissesto finanziario, con nessuna opera pubblica e nessun nuovo progetto in cantiere. Ora Carovigno è un cantiere aperto. Ora siamo ripartiti e stiamo rilanciando la nostra amata Carovigno in tutti i settori. Grazie a tutti e avanti così verso il 2024”.