Bari: l’Ordine degli ingegneri apre uno sportello per la sicurezza

Uno sportello per fornire informazioni e consulenze in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, e non solo cantieri, rivolto agli ingegneri iscritti all’albo dell’ordine di Bari, con il fine di mettere in connessione specialisti e colleghi meno esperti, a beneficio anche dei cittadini.

Partirà il prossimo 14 settembre, con altre tre date il 25 settembre e il 12 e 23 ottobre, lo sportello “Safety Point Oiba”, con il quale l’Ordine degli ingegneri della provincia di Bari ha deciso di sostenere il lavoro dei colleghi e rafforzare quel ruolo sociale nei confronti della cittadinanza.

A promuovere l’iniziativa, che si terrà nella sede dell’Ordine e sarà del tutto gratuita, è il presidente Umberto Fratino: «E’ nata su impulso degli stessi colleghi, in particolare coloro che animano la commissione tematica, che registrano nel lavoro di tutti i giorni l’esigenza di una maggiore diffusione della cultura della sicurezza. Non un cruccio da addetti ai lavori ma una necessità nell’interesse di tutti i cittadini. La cronaca, purtroppo, ci riporta – conclude Fratino – di tanti casi che avrebbero potuto essere evitati se ci fosse stata maggiore conoscenza degli aspetti legati alla sicurezza».

Uno sportello per dare risposte agli ingegneri su casi specifici, con tanto di modulistica dedicata, come rivela il tesoriere dell’Ordine e coordinatore del progetto, Gianluca Giagni: «Il Safety Point nasce per dare risposte, per favorire la formazione, anche oltre gli obblighi di legge. Vogliamo eliminare barriere e costruire ponti tra colleghi più e meno esperti in materia. Penso, in particolare, all’opportunità soprattutto per i più giovani che, magari agli inizi della carriera, potranno confrontarsi con colleghi che operano già da anni in questo ambito».