A Bari convegno su internazionalizzazione pmi

Venerdì 13 ottobre più di 100 avvocati, commercialisti e imprenditori, da tutto il mondo si ritroveranno alla Camera di Commercio di Bari per approfondire il tema dell’internazionalizzazione di impresa e fornire spunti pratici per superare gli ostacoli legati alle peculiarità fiscali e giuridiche oltre i confini nazionali. E’ il secondo Congresso nazionale di Will, Worldwilde Independent Lawyers League, lega mondiale di avvocati che riunisce più di 350 professionisti in 72 Paesi diversi nel mondo.

L’appuntamento di Bari, dalle 9 alle 18 nella sala convegni della Camera di Commercio, dal titolo “Processi e strategie di internazionalizzazione delle imprese: peculiarità giuridiche e fiscali, spunti pratici, opportunità e risorse” mira a fornire una cassetta degli attrezzi a quelle imprese che stanno valutando o hanno appena iniziato un processo di internazionalizzazione delle proprie attività.

Interverranno addetti ai lavori, non a caso l’evento ha il patrocinio degli ordini degli avvocati e dei commercialisti, operatori economici, come il presidente di Confindustria Puglia, Sergio Fontana, e del mondo accademico, come il rettore della Lum, Antonello Garzoni, e rappresentanti delle istituzioni, dal sindaco di Bari Antonio Decaro alla direttrice del Dipartimento Sviluppo economico della Regione Puglia, Giannalisa Berlingerio, fino naturalmente alla presidente della Cciaa di Bari, Luciana Di Bisceglie.

Insieme alla Ceo, avvocata Enrica Maggi, a promuovere l’iniziativa è il fondatore di Will, l’avvocato Marco Buscema, che svela l’obiettivo dell’iniziativa ma non solo: «La mission che ci siamo dati quando abbiamo iniziato a costituire una lega mondiale di avvocati è stata quella di rendere accessibile l’assistenza legale di alto livello in diverse nazioni del mondo. L’incontro di Bari si inserisce in questo solco, tracciato da professionisti che sono autonomi e indipendenti nella loro attività e che quindi hanno scelto volontariamente di mettersi insieme, al servizio degli altri».

Sulla stessa linea l’avvocata Francesca Caretta, presidente di Will Italia e che insieme all’event manager, avvocata Valeria Botti, ha organizzato l’evento, che sottolinea: «Affacciarsi a nuovi mercati non è un gioco, servono competenze e professionalità che non si trovano facilmente. Ad esempio, nella gestione della governance o del passaggio generazionale in un’impresa, ci sono fasi delicate che vanno curate con i giusti partner. Senza contare – conclude – gli studi e le analisi, necessari per affrontare al meglio l’internazionalizzazione senza compiere passi falsi, che potrebbero compromettere l’impresa stessa».

Feliciana Bitetto, responsabile per la Puglia di Will e consigliera dell’Ordine degli avvocati di Bari, invece punta sulle ragioni che hanno portato alla scelta di Bari per un appuntamento così importante: «La realtà territoriale fornisce spunti interessanti, diverse imprese medio piccole che possono ambire, grazie alla qualità dei loro prodotti o servizi, a conquistare nuovi mercati oltre confine. Tuttavia, non è sempre facile sapere come fare, a chi rivolgersi o quali misure a sostegno sono presenti e per questo la figura del legale risulta decisiva, in termini di fiducia prima ancora che di lavoro».