Alla Bit di Milano presentate tutte le novità per una “Carovigno turistica tutto l’anno”

La conferenza stampa organizzata dal Comune di Carovigno presso la Borsa Internazionale del Turismo

È stata presentata in conferenza stampa alla Bit di Milano l’unione tra gli attrattori turistici presenti nel territorio di Carovigno. Dal Comune di Carovigno, capofila nel progetto insieme al Consorzio di Torre Guaceto, al Consorzio degli Albergatori, l’associazione “Le Colonne” e il Gal Alto Salento.

“Tante novità e soprattutto una nuova strategia che rafforzi le sinergie tra gli enti e gli operatori del territorio – afferma il Sindaco Massimo Lanzilotti – con l’obiettivo di divenire sempre più destinazione turistica per tutto l’anno.

La conferenza stampa organizzata dal Comune di Carovigno presso la Borsa Internazionale del Turismo, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Gianfranco Lopane e del consigliere regionale Alessandro Leoci, ha visto riuniti il Consorzio Albergatori Carovigno, il Consorzio di Torre Guaceto, il Gal Alto Salento, l’associazione Le Colonne che gestisce il Castello di Carovigno.

Uniti per promuovere in modo integrato il territorio e presentare nuovi percorsi e servizi.

Tra le novità il Sindaco Lanzilotti ha annunciato l’entrata della Città della ‘Nzegna nel circuito nazionale delle Città dell’Olio. Carovigno è dunque l’unica città della Provincia di Brindisi oltre Fasano a far parte di un importante circuito a supporto dell’olivicoltura e dell’oleturismo.

Previste nuove iniziative in vista della Pasqua e dell’estate anche grazie al supporto della Regione Puglia e al consigliere Leoci che ha illustrato in merito i progetti finanziati per la valorizzazione della tradizione della ‘Nzegna e per la valorizzazione delle aree di interesse turistico archeologico subacqueo lungo la costa della provincia di Brindisi.

“Siamo felici di questa strategia di sistema che l’amministrazione di Carovigno ha voluto istituire in vista della imminente stagione estiva – dichiara il Presidente del Consorzio di Torre Guaceto, Rocky Malatesta – Avere una visione comune e una programmazione di attività condivisa sono certo fornirà un contributo importante alla strutturazione della destinazione turistica di Carovigno che ha nella riserva di Torre Guaceto un fondamentale modello di fruibilità sostenibile, così ricercata dalla domanda, soprattutto estera, che fa buon gioco agli arrivi tutto l’anno”.

Per il presidente del Consorzio Albergatori, Carovigno è vicina all’obiettivo “destinazione turistica”, i dati sono incoraggianti con il 10-15% in più di prenotazioni e non resta che continuare il cammino intrapreso.

In merito ad alcuni dei nuovi servizi in fase di lancio, la rappresentante dell’associazione Le Colonne, Luana Convertino, ha illustrato la nuova app mobile PAST Puglia che offre percorsi di visita e un servizio di audioguida mobile per rendere il Castello sempre più accessibile.

Soddisfazione anche per il presidente del Gal Alto Salento per il coinvolgimento in tale iniziativa e per il direttore Gianfranco Ciola che ha illustrato i percorsi e i cammini attivi nelle terre del Gal Alto Salento.