Covid, la Puglia verso la zona gialla, superata la soglia di allerta

ospedale covid terapia intenvisa coronavirus
ospedale covid terapia intenvisa coronavirus

Nei reparti di Medicina, secondo il monitoraggio Agenas, il tasso di occupazione è pari al 17% mentre il tetto limite fissato è del 15%.

La Puglia ha raggiunto le soglie critiche riferite all’occupazione dei posti letto negli ospedali da parte dei pazienti positivi al Covid-19 e, di conseguenza, considerando anche il numero di contagi quotidiani si avvicina al passaggio in zona gialla.

Nelle terapie intensive, invece, è stata raggiunta la soglia critica del 10%. Con l’aumento dei ricoveri il Policlinico di Bari ha attivato nuovamente il padiglione di Osservazione breve di Intensiva esterno. Una struttura temporanea che può contare su 16 posti letto e che “contribuirà a decongestionare l’area covid del pronto soccorso”, dice l’azienda sui canali social.

Oggi in Puglia sono 3.993 i nuovi casi positivi di coronavirus su 86.037 test giornalieri eseguiti, con una incidenza del 4,6%, quasi la metà di ieri. Non ci sono state vittime. I nuovi casi per provincia sono così distribuiti: Provincia di Bari, 1.298; Lecce, 1.000; Taranto, 500; Brindisi, 478; Foggia, 406; Bat, 258; residenti fuori regione 45, mentre 8 risiedono in provincia non definita. Le persone attualmente positive sono 65.772, delle quali 490 sono ricoverate in area non critica e 51 in terapia intensiva (ieri erano 49).

Intanto, ad Orsara di Puglia, su base volontaria, alunni, docenti, donne e uomini del personale ATA potranno fruire gratuitamente dell’esame con tamponi antigenici. Lo ha annunciato il sindaco, Tommaso Lecce, in occasione della riapertura delle scuole di ogni ordine e grado prevista per lunedì 17 gennaio. Il sindaco a causa dell’aumento dei contagi nel paese con una ordinanza emanata nei giorni scorsi aveva disposto la chiusura delle scuole fino a sabato 15 gennaio.